Liberi di informare, liberi di esprimersi

Il diritto di informazione è tutelato dall'art. 21 della Costitutzione. Tale diritto è stato integrato e arricchito rispetto al semplice diritto di cronaca dalla sentenza della Corte Costuzionale...

Il diritto di informazione è tutelato dall'art. 21 della Costitutzione. Tale diritto è stato integrato e arricchito rispetto al semplice diritto di cronaca dalla sentenza della Corte Costuzionale n. 420 del 1994, e comprende ora anche il diritto del cittadino e di tutta la collettività ad essere informati correttamente e con completezza, configurandosi come conseguenza del principio democratico e strumento di esercizio della sovranità regolata dall'art. 1 della Costituzione

Come affermato dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, la libera informazione è il vero "cane da guardia" delle democrazie e delle istituzioni perchè richiedono imprescindibilmente una partecipazione cociente, cioè la conoscenza dei fatti e delle situazioni politiche.

L'informazione libera e corretta è il presupposto della democrazia ed occorre che venga ristabilita per il bene dell'ordine democratico reclamando il riallineamento dei media italiani ai loro doveri.

La censura mina la nostra capacità di impegnarci nel processo di scoperta della verità. La libertà di espressione include il diritto di sfidare idee, pubblicare idee, protestare, praticare la religione e associarsi con gli altri in qualsiasi modo sia reciprocamente consensuale. I privati e le istituzioni hanno pari diritto di stabilire le proprie regole di espressione e associazione.

Paul Éluard - Libertà, da "Poesia e verità" del 1942.

Liberoom Gallery